Il Concorso Campiello Giovani

Il Campiello Giovani Ŕ un concorso letterario promosso e organizzato dalla Fondazione il Campiello – Confindustria Veneto rivolto a giovani di etÓ compresa fra i 15 e i 22 anni per la scrittura di un racconto a tema libero in lingua italiana.


Il concorso, istituito dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto nel 1994, dopo una fase di sperimentazione provinciale e regionale, dal 1996 Ŕ stato esteso a tutt’Italia e negli ultimi anni, attraverso la collaborazione degli Istituti Italiani di cultura, anche all’estero.

Il concorso si articola in 3 fasi:

- la prima, per la selezione di 25 lavori, Ŕ ad opera della Giuria di Selezione, composta da vincitori/finalisti delle passate edizioni del Campiello Giovani, da lettori di case editrici e dal vincitore delle Olimpiadi di Italiano dell’anno precedente).

- la seconda, per la scelta della cinquina finalista, Ŕ a cura di un Comitato Tecnico, composto da specialisti di letteratura italiana contemporanea; Il Comitato Tecnico sceglie anche il miglior racconto, tra quelli arrivati dall’estero, cui viene assegnato un riconoscimento.

L’annuncio dei cinque finalisti avviene nell’ambito di uno “spettacolo letterario”.


- la terza ed ultima fase Ŕ per l’individuazione del vincitore. Tale scelta viene fatta dalla Giuria dei Letterati del Campiello e il vincitore viene premiato a Venezia nel corso della Cerimonia conclusiva del Premio.


Il Campiello Giovani, da timido esperimento regionale delle prime edizioni, si Ŕ affermato a livello nazionale come premio dedicato ai “giovani scrittori” grazie al supporto e alla collaborazione dei Giovani Imprenditori di Confindustria, delle Istituzioni scolastiche, delle singole scuole ed UniversitÓ e di tanti insegnanti che hanno creduto nel progetto.

Il vincitore assoluto si aggiudica una vacanza – studio in un Paese Europeo.


I cinque finalisti hanno diritto a una dotazione di libri e all’invito alla serata finale.

I cinque racconti finalisti vengono raccolti in una collana a uso istituzionale realizzata a cura della Fondazione Il Campiello.